× Funzionalità principali Produttività e benessere lavorativo Soluzioni Servizi Clienti Manifesto Blog Contatti Prenota demo

Gamification e intranet: l’implementazione nella pratica

29/01/2018 Massimiliano Omodei
Gamification e intranet: l’implementazione nella pratica

Il modo più semplice per attuare una strategia di gamification consiste nell’assegnare ad attività specifiche dei punteggi che i tuoi collaboratori possono accumulare, e assegnare “ricompense” al raggiungimento di determinati punteggi.

Il sistema di ricompensa è il cuore e l'anima del sistema gamification: quando un tuo collaboratore fa qualcosa che vuoi che faccia, ottiene una ricompensa.

Le ricompense virtuali

Spesso le ricompense sono solo virtuali. Ad esempio, i “Badge” cioè attestati virtuali che aumentano la visibilità e l’autorevolezza all’interno dell’azienda, sono una forma di ricompensa.

Deve essere possibile assegnare diversi punteggi ad azioni differenti, alcuni esempi potrebbero essere:

  • accedere alla intranet;

  • partecipare ad un sondaggio;

  • seguire un corso online;

  • inviare un feedback su una pagina.

Se desideri che i tuoi collaboratori aumentino invece la loro capacità di collaborare, è possibile prevedere l’assegnazione di punteggi anche quando:

  • commentano una news;

  • scrivono un post;

  • creano un gruppo;

  • eseguono un’azione richiesta da un workflow.

Un altro aspetto interessante da prendere in considerazione potrebbe essere la sana competizione che si potrebbe creare all’interno della tua azienda.

In tal caso si rende necessario pensare a una classifica in cui sia possibile visualizzare i punteggi di tutti i collaboratori, oppure all’assegnazione di “badge” per il raggiungimento di obiettivi specifici: ad esempio dopo aver caricato 25 documenti nell’intranet viene sbloccato un badge di “caricatore principiante” che può essere migliorato continuando a caricare file nel sistema.

Un altro tipo ancora di gamification sono i “Kudos”, o riconoscimenti; tali elementi, interpretati come un “grazie” o una “pacca sulla spalla”, possono essere dati da un qualsiasi utente a un altro senza limitazioni se non quella di esprimere la motivazione per cui viene dato il kudos. Anche qui, come nei punteggi, è possibile prevedere delle classifiche o lasciare una traccia sul profilo di ogni utente del numero totale di kudos ricevuti.

La ricompensa può anche essere tangibile!

Per rendere ancora più accattivante il sistema di gamification potresti prevedere anche dei benefit, virtuali o reali che siano, per il collaboratore o per la squadra di lavoro che ha raggiunto il miglior punteggio o un determinato obiettivo.

In tal caso è importante che il premio sia calibrato con l’obiettivo raggiunto e di interesse a chi partecipa per il raggiungimento dell’obiettivo.

Tra le ricompense spesso usate nelle aziende vi sono:

  • tempo libero extra;

  • attività di sviluppo professionale (tempo per frequentare un corso online);

  • attività di svago per singoli o per gruppi (esempio la cena di gruppo);

  • buoni pasto;

  • altri ancora.

In questo modo, le ricompense sono un forte incentivo per i tuoi collaboratori e contribuiscono a formare l’identità aziendale.

Gamification per la tua azienda

Ti lasciamo 5 cose importanti da considerare quando proverai a creare il “gioco” per la tua azienda.

  1. Definire esattamente l’obiettivo. L’importante è che i risultati siano misurabili.

  2. Dare priorità ai cambiamenti comportamentali. La gamification, come abbiamo visto, è un potente strumento per cambiare l’atteggiamento dei dipendenti e portarli a lavorare insieme come una squadra.

  3. Individuare quali sono i compiti più noiosi per i tuoi collaboratori e puntare sulla loro gamification.

  4. Spiegare lo scopo e aiutare i tuoi collaboratori a capire il valore del gioco.

  5. Prendere in considerazione gli interessi e le personalità dei tuoi collaboratori quando sviluppi il sistema di ricompensa.

Buon divertimento!


Ricevi contenuti esclusivi per costruire e innovare la tua intranet. GRATIS.

OK, VOGLIO RICEVERE LA NEWSLETTER!


I tuoi commenti